La Mindfulness è uno strumento terapeutico indubbiamente in ascesa di popolarità e di validazione scientifica.

Gli individui con una storia di depressione ricorrente hanno un alto rischio di ricaduta depressiva. Il mantenimento di una terapia farmacologica per almeno 2 anni è l’attuale trattamento raccomandato. La terapia cognitiva basata sulla Mindfulness (MBCT) ha dimostrato di ridurre il rischio di ricaduta o recidiva rispetto alle cure, ma non era ancora stato adeguatamente confrontato con il trattamento di mantenimento antidepressivo in un trial. Un team di ricercatori dell’Università di Oxford hanno effettuato single-blind, parallel-group, randomized controlled trial in pazienti adulti con tre o più precedenti episodi di depressione maggiore che stavano assumendo una dose terapeutica di antidepressivi di mantenimento. Globalmente, 424 pazienti del UK sono stati reclutati dal servizio di assistenza sanitaria primaria e sono stati assegnati in modo casuale a un trattamento MBCT (e antidepressivi manutenzione interrompere le) o al mantenimento dell’antidepressivo. L’end point primario durante il periodo di studio di 24 mesi non differiva tra i due gruppi. Gli autori hanno concluso che entrambi i trattamenti sono stati associati con il mantenimento di risultati positivi in termini di ricaduta o di sviluppo di eventuali sintomi depressivi residuali, e di qualità della vita. Si tratta di risultati importanti per tutti i pazienti affetti da disturbi depressivi, in quanto si è fatto un primo passo per dimostrare l’efficacia di una alternativa all’uso continuativo di farmaci per lungo tempo.

Rimane sempre irrisolta a mio parere la questione fondamentale quando si parla di confronto tra farmaci e psicoterapie: La qualità di un intervento significa adesione ad uno standard, ma nel caso delle psicoterapie esistono standards definiti? Chi ci può indicare se un terapeuta attua interventi aderenti allo standard per quella psicoterapia e se è ben formato e preparato nel suo campo? Inoltre sembra importante, come sempre, attendere la replicazione dello studio in altri contesti e magari una meta-analisi che sia aderente allo spirito della evidence based medicine.

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Valerio Rosso e sono un medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Alcune persone mi conoscono anche come blogger o come musicista (…cercatemi su iTunes). La mia vita ruota attorno a molte cose: le neuroscienze, la psicoanalisi, la pedagogia ed il tema della formazione dell’Uomo, ma anche la musica ed il motociclismo nel mio tempo libero.
Share This
error: Contenuto Protetto !!