L’Accertamento Sanitario Obbligatorio (ASO) è spesso una valida alternativa al Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO) in termini di minore gravosità psicologica per la persona che ne è oggetto.

Il Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO) è già stato descritto nei suoi termini generali in un precedente articolo. Come si è visto esso è un provvedimento che impegna pesantemente sul piano psicologico ed operativo sia il paziente, sia il Medico e le forze dell’Ordine che lo coadiuvano. In realtà in molte situazioni riscontrabili nella pratica clinica quotidiana, può essere sufficiente la semplice valutazione della persona che, per ragioni psicopatologiche, sia reticente ad incontrare il Medico Psichiatra per un colloquio clinico. In questo caso l’Accertamento Sanitario Obbligatorio (ASO) può essere la giusta soluzione.

In poche parole, in cosa consiste un Accertamento Sanitario Obbligatorio? Quando uno Psichiatra sospetta che un paziente che non conosce, od uno che conosce ma che non vede da molto tempo, possa presentare dei sintomi psicopatologici che necessitino di essere inquadrati, e quando il paziente, dopo essere stato adeguatamente contattato, rifiuti di sottoporsi ad una visita medica, allora viene attuata una richiesta al Sindaco del territorio di competenza il quale, nel caso ritenga sia il caso, può decidere di far accompagnare la persona presso lo studio del Medico-Psichiatra di competenza, solitamente presso un Centro di Salute Mentale. Un ASO avviene sempre in collaborazione con le Forze dell’Ordine, Polizia, Polizia Municipale o Carabinieri i quali, su ordinanza del Sindaco, si occuperanno di accompagnare la persona dallo Psichiatra.

Quali sono le principali differenze tra TSO ed ASO? Eccole riassunte:

  • Un ASO avviene in uno studio medico, del Servizio Sanitario Nazionale, e non in un’ospedale
  • Un ASO ha la durata di una visita medica e non di 7 giorni, a meno che non venga convertito in un TSO
  • Sebbene anche l’ASO sia un provvedimento attuato contro la volontà di una persona, esso viene generalmente vissuto come meno trumatico di un TSO dal paziente

Per attuare la richiesta di ASO al Sindaco è necessario compilare una certificazione mediante un modulo simile a questo:

 

RICHIESTA DI ACCERTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIO

Dott. ………………………. Medico Chirurgo – Psichiatra
Via
Citta’

Certifico che in data  ……/……../………….. ho visitato / ho tentato di visitare senza però riuscirvi per i seguenti motivi …………………………………………
il signor …………………………………………………………………….., nato a ………………… il ……/……../…………….
In base ai dati in mio possesso ho ragione di ritenere che il paziente soffra di un disturbo psichico da valutare con attenzione.

Visto che non intende accettare una visita psichiatrica propongo pertanto un Accertamento Sanitario Obbligatorio da attuarsi il prima possibile da parte di un medico-psichiatra della struttura pubblica.

…………./ ……………….. luogo e data

………………………………… firma

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Valerio Rosso e sono un medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Alcune persone mi conoscono anche come blogger o come musicista (…cercatemi su iTunes). La mia vita ruota attorno a molte cose: le neuroscienze, la psicoanalisi, la pedagogia ed il tema della formazione dell’Uomo, ma anche la musica ed il motociclismo nel mio tempo libero.
error: Contenuto Protetto !!
Share This