Guidare la Moto in Strada è pericoloso? Dipende da quali sono le tue intenzioni. E come fai a sapere quali sono le tue intenzioni? Devi imparare a conoscerti.

Scrivo poche parole a tutti i miei amici motociclisti per ragionare su quello che amiamo: il mondo della Moto. Dopo anni che corro rischi guidando la moto in strada, dopo vari incidenti personali (sempre finiti bene) e dopo il trauma della morte di vari amici e conoscenti io quest’anno ho preso una decisione: non andrò più con la mia moto in strada. #bastastrada #solopista

Ovviamente non voglio dire che non userò più una moto, ma semplicemente che continuerò la mia attività di motociclista solo in pista. #bastastrada #solopista

Perchè? Ve lo spiego: io con le moto ho un problema.

Si, un grosso problema, come lo possono avere gli alcolisti con l’alcool o i fumatori con le sigarette. Il problema è che, nonostante tutti gli sforzi che ho fatto per cambiare, io non vado in moto per vedere il panorama o per farmi il pranzo in trattoria con gli amici. Io in moto ci sono sempre andato per andare forte, per stare davanti agli altri. E’ difficile per me ammetterlo, mi vergogno e mi sento stupido mentre lo faccio, ma è così. In realtà non ci sarebbe nulla di male ad avere una visione Sportiva della Moto, se non fosse che questa prospettiva l’ho sempre portata sulle strade (Passo del Bracco, Val Fontanabuona, Passo del Turchino, Centocroci, Val Roia, Passo del Vars, etc).

E cosa ci azzecca lo sport del motociclismo con le strade? Niente. Assolutamente niente.

Ho provato per anni a cambiare il mio comportamento su strada perché dentro di me ho sempre saputo di correre dei rischi e di farli correre anche agli altri, ma non ci sono mai riuscito. Spesso ho fatto la mia ramanzina agli amici passando per essere una persona di buon senso, per poi, quando ero da solo o con persone che non conoscevo, andare troppo forte. Perché mi sono sempre comportato così? Non lo so. Quello che so è che la persona “normale”, rispettosa e ragionevole che credo di essere, una volta salita in moto cambia.

Perché non mi sono mai fatto seriamente male? Non perché sono più bravo di altri ma solo perché sono stato più fortunato di altri.

Quindi il mio invito a tutti gli amici motociclisti è di guardarsi davvero dentro per capire per quale ragione stiamo andando in moto.

Se la ragione è quella di fare turismo con la vostra moto, vivendo la natura ed i luoghi in maniera libera non posso far altro che dirvi che vi invidio perché in Italia abbiamo delle strade meravigliose per farlo. Anche se la strada può essere sempre un pericolo, la verità è che non tutti i motociclisti rischiano allo stesso modo.

Se invece siete come me pensate meglio a quello che state facendo. #bastastrada #solopista

guidare-la-moto

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Valerio Rosso e sono un medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Alcune persone mi conoscono anche come blogger o come musicista (…cercatemi su iTunes). La mia vita ruota attorno a molte cose: le neuroscienze, la psicoanalisi, la pedagogia ed il tema della formazione dell’Uomo, ma anche la musica ed il motociclismo nel mio tempo libero.
error: Contenuto Protetto !!
Share This