Lo Zolpidem, conosciuto anche con i nomi commerciali di Stilnox® o Sonirem®, è un composto dalle proprietà inducenti il sonno che rappresenta un’ottima alternativa ai farmaci ipnoinducenti benzodiazepinici come ad esempio il lormetazepam, triazolam (Halcion®) o flurazepam (Dalmadorm®).

Zolpidem è una molecola che appartiene alla famiglia delle imidazopiridine, ed in Italia ha l’indicazione al trattamento nel breve termine dell’insonnia. Il farmaco esplica la sua azione potenziando l’attività del GABA, un neurotrasmettitore sul quale agiscono anche le benzodiazepine. Il farmaco è efficace soprattutto nella fase di induzione del sonno mentre nella fase di mantenimento non ha un’efficacia equiparabile alle benzodiazepine; allo stesso modo non ha effetti miorilassanti ed anticonvulsivanti (e neppure ansiolitici così marcati), se non a dosaggi molto più alti.

E’ molto importante ricordare che tutti i composti ipnoinducenti, benzodiazepinici o meno, andrebbero usati solamente quando il disturbo è grave, disabilitante o sottopone l’individuo a estremo disagio; la terapia, inoltre, dovrebbe essere il più breve possibile, si parla da qualche giorno a 3-4 settimane, anche se alcuni casi possono essere trattati anche per più tempo ma questo non deve avvenire senza una rivalutazione del paziente.

elettroshock-psichiatria

Dosaggi e Posologia

Zolpidem è presente sul mercato in compresse da 10mg (Zolpidem generico e Stilnox®) oppure in gocce 10mg/ml (Sonirem®) e 1 ml corrisponde a 25 gocce equivalenti a 10 mg di zolpidem tartrato. In linea generale il farmaco andrebbe sempre iniziato utilizzando il criterio del minimo dosaggio efficace, in particolar modo nell’anziano, nei pazienti in politerapia e nelle persone debilitate (5mg o meno sino a 10mg al giorno a seconda del parere del medico).

deco

Effetti Collaterali

Il Zolpidem sembra essere piuttosto ben tollerato, anche se ha controindicazione assoluta nella Miastenia Grave, nella grave insufficienza epatica e nell’insufficienza respiratoria. Gli effetti collaterali sono piuttosto modesti ed i più comuni sono lieve sonnolenza durante il giorno, vertigini e qualche disturbo gastrointestinale. Dato che l’emivita di eliminazione è molto bassa, mediamente intorno a 2,5 ore, il rischio di compromissione psicomotoria nella giornata successiva, come ad esempio la capacità di guidare, può essere molto inferiore alle benzodiazepine a patto che lo Zolpidem venga assunto quando rimangono meno di 8 ore prima di eseguire attività che richiedono vigilanza mentale, non si assuma una dose più alta di quella raccomandata, oppure lo Zolpidem venga somministrato insieme ad altri farmaci ad effetto depressivo sul sistema nervoso centrale.

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Valerio Rosso e sono un medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Alcune persone mi conoscono anche come blogger o come musicista (…cercatemi su iTunes). La mia vita ruota attorno a molte cose: le neuroscienze, la psicoanalisi, la pedagogia ed il tema della formazione dell’Uomo, ma anche la musica ed il motociclismo nel mio tempo libero.
Share This
error: Contenuto Protetto !!