Il solo Viaggio è quello interiore

Rainer Maria Rilke

 

Si racconta che nei Monasteri Buddhisti vi siano dei Campanelli che vengono suonati regolarmente per ricordare ai monaci di tornare con la mente al momento presente, ogni qual volta la mente comincia a vagare, spostandosi su pensieri legati al passato o su preoccupazioni riguardanti il futuro.

Quali sono i Campanelli che possiamo usare noi, per tornare sul momento presente?

Spesso è la nostra Ansia il campanello d’allarme a cui dobbiamo portare attenzione.

L’Ansia non andrebbe vissuta sempre come sintomo, ma va esplorata anche come “campanello d’allarme”: provate a stare con la vostra ansia, cercate di capire dove la potete localizzare nel vostro corpo, provate ad esplorarla.

Quando accade di renderci conto di come spesso l’ansia derivi del vagare del nostro pensiero, con soli Tre Respiri, eseguiti lentamente, in piena consapevolezza, possiamo rilasciare le tensioni del corpo e della mente, tentando di ritornare verso una condizione di presenza a noi stessi e di rinnovata calma.

E’ tutto molto semplice: abituatevi a praticare il semplice esercizio dei Tre Respiri, senza fretta.

Avete già letto la mia Guida Definitiva alla Mindfulness? Vi consiglio di farlo…

meme-corona

Nel momento in cui puoi disporre di un’attenzione piena, diventi un osservatore lucido e distaccato della tua vita interiore.

Quando sei attento al momento presente, come può accadere adesso che leggi queste righe, divieni libero da attività mentali che si impadroniscono della tua mente e puoi riuscire ad uscire dalla “trappola” dei giudizi su te stesso e sul mondo intorno a te.

La parola chiave è solo una: OSSERVARE.

Tu puoi riuscire ad osservare i tuoi pensieri, i tuoi giudizi, le tue rimuginazioni senza per questo trovarti travolto da essi.

Quando riesci ad acquisire la piena consapevolezza ed il controllo del tuo punto di vista di osservatore esterno, delle tue sensazioni corporee all’inizio, e di quelle mentali piano piano, potrai vivere nel momento presente e non con il cosiddetto “pilota automatico”.

Il “Pilota Automatico” è quella modalità di vita che ti fa ripetere in continuazione gli stessi comportamenti e gli stessi schemi mentali. Freud diceva che “l’uomo è condannato a ripetere”, ed è per lo più vero.

All’inizio del tuo percorso Mindfulness, la pratica ti darà la piacevole sensazione di aver creato dello spazio libero dentro di te; quando acquisirai più esperienza ti si aprirà una nuova dimensione di rilassamento e di pace, che si tradurrà in maggiore Libertà.

 

meme-aeroplano

Mindfulness prima di addormentarsi

Quando sei sdraiato nel tuo letto, alla sera, prima di addormentarti, puoi provare a ritornare, ad occhi chiusi sulla giornata che è appena passata, soffermandoti su ciò che ti viene in mente spontaneamente, anche le cose in apparenza più insignificanti, ed esplorando quali sensazioni fisiche ed emotive questa pratica ti suscita: emozioni, tensioni, serenità, ansia, gioia, ogni emozione va osservata per un poco in piena consapevolezza e, poi, fatta scorrere via.

Pensa alle persone che hai incontrato ed agli eventi che hanno scandito le tue ore diurne.

Se la mente comincia a vagare o a rimuginare, riconducila al momento presente tramite i Tre Respiri che ti ho illustrato prima, per continuare ad osservare la tua giornata, che sta terminando.

Tu puoi considerare questa osservazione come una preparazione al nuovo giorno che verrà, dopo aver salutato e lasciato scorrere via quello che sta finendo proprio adesso.

Tu sai che ti addormenterai presto.

ayahuasca

Questa sera, una buona pratica della Mindfulness potrebbe partire proprio da questi pensieri per smettere di pensare a cosa avremmo dovuto o non avremmo dovuto fare, dire o non dire, ma piuttosto iniziare a rilassarci, semplicemente rimanendo con le parole che condivido con voi: se la situazione del giorno è stata gioiosa o spiacevole, lasciamola scorrere via. Coltiviamo la pazienza e la gioia di stare nel momento presente e stiamo, più che possiamo, con le sensazioni del corpo.

Anche se non sempre ci riusciremo.

Tensioni muscolari, palpitazioni, nodi alla gola, “gambe nervose” che ci rendono irrequieti, farfalle nello stomaco, stanchezza, pesantezza agli arti, agitazione e qualsiasi cosa di negativo che possiamo percepire: tutto quello che accade nel nostro corpo, accade adesso.

Solo ciò che accade adesso, è vero.

Ciò che è vero adesso, nel corpo, in questo momento, è l’unica vera apertura al cambiamento che andiamo cercando.

Buona Notte a tutti, e buona pratica della Mindfulness.

 

Mindfulness, è prestare attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente, senza giudizio.”

Jon Kabat-Zinn

 

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Valerio Rosso e sono un medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Alcune persone mi conoscono anche come blogger o come musicista (…cercatemi su iTunes). La mia vita ruota attorno a molte cose: le neuroscienze, la psicoanalisi, la pedagogia ed il tema della formazione dell’Uomo, ma anche la musica ed il motociclismo nel mio tempo libero.
error: Contenuto Protetto !!
Share This