Il Ministero della Sanità definisce gli  Alimenti Probiotici come quei prodotti alimentari che contengono un numero sufficientemente elevato di microorganismi Probiotici vivi e microbiologicamente attivi, in grado di raggiungere l’intestino, di colonizzarlo direttamente e di esplicare un’azione di riequilibrio sulla microflora intestinale (Microbiota Intestinale Umano).

Quali caratteristiche devono avere i migliori Probiotici?

Le prime prove scientifiche che dimostrarono che i batteri assunti con gli alimenti sono capaci di modificare la flora batterica intestinale (Microbiota Intestinale Umano), sostituendo microrganismi dannosi per l’organismo con altri utili risalgono agli inizi del secolo scorso, e fu il premio Nobel Elie Metchnikoff ad attuare queste prime osservazioni.

In tempi più recenti, l’analisi delle feci in soggetti sani e il rilevamento che alcuni particolari batteri erano assenti in in soggetti con diarrea, suggerì che l’assunzione di batteri “buoni” tramite i cosiddetti Fermenti Lattici, oggi più propriamente definiti Probiotici, potesse curare la microflora intestinale ripristinandone la funzione fisiologica.

Secondo la definizione del Ministero della Sanità i Probiotici assunti per bocca, dovrebbero riuscire a superare l’ambiente acido dello stomaco per giungere vitali sino all’intestino, dove possono integrarsi con la microflora batterica locale, il Microbiota, il quale rappresenta un ecosistema composto da circa 300-500 ceppi batterici diversi.

Tecnicamente si dice che i Probiotici “veri”, ovvero che apportano benefici alla salute dell’uomo, hanno un “imprinting” che li distingue: la provenienza dovrebbe essere umana e ogni ceppo batterico che integriamo (Lactobacillus, Bifidobacterium, Saccharomyces, ecc.) può a sua volta comprendere specie diverse (es. Lactobacillus bulgaricus, Lactobacillus johnsonii LA1, Lactobacillus rhamnosus GG, ecc.) con diverse azioni e benefici differenti, e con diversa efficacia per l’uomo.

Inoltre il ceppo, o i diversi ceppi, che costituiscono un Probiotico sono caratterizzati in modo tale che vengano riconosciuti ed accettati dal sistema immunitario intestinale senza scatenare risposte anomale e riuscendo ad aderire alle pareti intestinali dove possono formare colonie permanenti. Per tutti i Probiotici che troviamo in commercio in Italia sono fondamentali al fine dell’efficacia 5 diverse variabili: (1) il ceppo batterico, (2) il genere, (3) la specie, (4) l’imprinting dell’ospite da cui è stato prelevato (uomo, pianta, altro mammifero), (5) la forma tecnologica di presentazione (capsula, sospenzione, compressa, polvere, etc.).

valerio-rosso

Come scegliere un Probiotico?

Di certo in questo articolo non vogliamo fare una classifica. Ne tantomeno stabilire quali di questi Probiotici possano essere degli adeguati Psicobiotici ed essere quindi utili per il benessere psichico oltre che fisico. Se qualcuno vi consigliasse un Probiotico piuttosto che un’altro come il migliore integratore per la Psicobiotica, diffidate.

In ogni caso un consiglio ve lo possiamo dare: provate per un periodo di 3-4 settimane un Probiotico e cercate di capire se vi sta aiutando sul piano-psicofisico. Prendete degli appunti se è il caso. Poi cambiate e rivalutate gli effetti che avrà su di voi. Solo voi, dopo un certo numero di prove, potrete stabilire il Probiotico che farà al caso vostro.

In linea generale, tenete conto che non tutti i Probiotici vi daranno gli stessi effetti, così come non tutti gli integratori che contengono microorganismi possono essere definiti Probiotici. Le caratteristiche di un integratore Probiotico sono: numero e tipo di ceppi batterici presenti, compatibilità con l’intestino, resistenza al pH gastrico, innocuità assoluta e salubrità percepita. Ad esempio il tradizionale Yogurt, poichè stimolerà la digestione dei succhi gastrici, sarà destinato a perdere la maggior parte delle colonie batteriche in esso contenute, di conseguenza non potrà venire considerato un alimento Probiotico benchè contenga dei ceppi batterici (solitamente in numero insufficiente).

Concludo dicendo che, con tutte le variabili che abbiamo preso in considerazione (provenienza “imprinting” umano o animale, influenze genetiche nella selezione dei batteri, tipo di ceppi batterici, numero di diversi ceppi batterici presenti, incisività del pH gastrico, formulazione, numero di microorganismi per dose, ecc), colui che desidera utilizzare un Probiotico potrebbe nutrire qualche dubbio sull’efficacia di un’integrazione orale. Questo è in parte vero dato che assumere dei Probiotici per un periodo breve, ad esempio 5-10 giorni, potrebbe non sortire alcun effetto sul Microbiota Intestinale. Un intervento di integrazione adeguato dovrà durare per almeno 3-4 settimane in quantità dosi bi-giornaliere di almeno un miliardo di microorganismi totali. Inoltre per compiere la giusta integrazione sarà necessario assumere il Probiotico sempre e solo a stomaco vuoto e con poca acqua per non attivare fenomeni di digestione.

 

valerio-rosso-psichiatra-chiavari

I Probiotici presenti sul mercato in Italia: confronto tra i prodotti in vendita

Di seguito ho pensato di riportare le caratteristiche riassuntive dei migliori Probiotici in vendita nei Supermercati e nelle Farmacie e Parafarmacie Italiane. Le cratteristiche che ho pensato di riportare sono essenzialmente 2: (1) il totale dei microorganismi contenuti per dose, (2) i ceppi batterici presenti (3) l’Imprinting, ovvero la provenienza (uomo, animale) (4) la forma di assunzione.

Yovis

YOVIS 1 g granulato per sospensione orale: contiene S. salivarius subsp. thermophilus minimo 204 miliardi UFC, Bifidobacteria (B. breve, B. infantis, B. longum) minimo 93 miliardi UFC, L. acidophilus minimo 2 miliardi UFC, L. plantarum minimo 220 milioni UFC, L. casei minimo 220 milioni UFC, L. delbrueckii subsp. bulgaricus minimo 300 milioni UFC, S. faecium minimo 30 milioni UFC. Un totale di 300.000.000 di microorganismi circa per bustina, tutti di provenienza umana, secondo il foglietto illustrativo. Uno dei più completi prodotti in commercio con un numero di microorganismi molto elevato per ogni bustina. www.yovis.it

Enterelle

Enterelle-probiotico

Enterelle 12cps capsule: contiene enterococcus faecium UBEF-41, saceharomycescerevisiae sub. boulardii MTCC-5375, Lactobacillus Acidophilus LA-14 inositolo e vitamine. Non è possibile, almeno dal foglietto illustrativo, comprendere il numero di microorganismi presenti per ogni capsula, sebbene la qualità del prodotto venga da molti considerata molto elevata. La Bromatech produce oltre ad Enterelle diversi altri prodotti interessanti. Vai oppure su www.bromatech.it oppure:

Acquista Enterelle al miglior prezzo su amazon!

Enterolactis

enterolactis-probiotico

Enterolactis bevibile, 12 flaconi: Lactobacillus Paracasei CNCM I-1572, un lattobacillo depositato prodotto dalla Sofar in numero di 8 miliardi di microorganismi per flaconcino. Nonostante sia presente un solo ceppo batterico, l’elevato numero di cellule e le caratteristiche dichiarate del ceppo fanno di questo Probiotico un prodotto da tenere in considerazione. Vai su www.sofarfarm.it oppure:

Acquista Enterolactis al miglior prezzo su Amazon.

Enterogermina

enterogermina-probiotico

Enterogermina 2miliardi/5ml e 4miliardi/5ml: Bacillus Clausii in numero di 2 o 4 miliardi per flaconcino a seconda della confezione. Enterogermina è un classico dei Probiotici da molti anni anche se il ceppo batterico è unico e non sono disponibili molti dati al riguardo.Vai su www.enterogermina.it oppure:

Acquista Enterogermina al miglior prezzo su Amazon!

Yakult

yakult-probiotico

Yakult: la bevanda di latte, normale o light, fermentato che contiene in ogni bottiglietta almeno 6,5 miliardi di fermenti lattici vivi, Lactobacillus casei Shirota (LcS), selezionati e coltivati in Giappone nel 1935 dal Dott. Minoru Shirota. http://yakult.it

Prolife 10 Forte

prolife10forte-probiotico

Prolife 10 Forte Flaconcini: Lactobacillus casei R215, Bacillus coagulans MTCC 5260, Lactobacillus plantarum LP115, Lactobacillus helveticus R0052, Lactobacillus acidophilus La-14, Lactobacillus gasseri Lg-36, Lactobacillus brevis Lbr-35 Bifidobacterium lactis HN019, Streptococcus thermophilus St-21, Lactobacillus rhamnosusHN001, inoltre contiene un prebiotico, il Gluco-oligosaccaride. Una miscela indubbiamente complessa di ceppi batterici per un totale di 10 miliardi di microorganismi per flaconcino.Vai su www.prolife-probiotici.it oppure:

Acquista Prolife 10 Forte al miglior prezzo su Amazon!

Lactoflorene Plus

lactoflorene-plus-probiotico

Lactoflorene Plus Flaconcini: miscela Probitech ABC (lactobacillus acidophilus, LA – 5; bifidobacterium, BB-12; lactobacillus paracasei, L. CASEI 431; maltodestrina e sodioalginato). Non è indicato il numero di microorganismi presenti per singolo flaconcino. Vai su www.lactoflorene.it oppure:

Acquista Lactoflorene Plus su Amazon al miglior prezzo!

valerio-rosso-facebook-like

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Valerio Rosso e sono un medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Alcune persone mi conoscono anche come blogger o come musicista (…cercatemi su iTunes). La mia vita ruota attorno a molte cose: le neuroscienze, la psicoanalisi, la pedagogia ed il tema della formazione dell’Uomo, ma anche la musica ed il motociclismo nel mio tempo libero.
error: Contenuto Protetto !!
Share This