Dopo un Rapporto sessuale a rischio di gravidanza indesiderata una donna maggiorenne (con 18 o piu’ anni d’eta’) puo’ acquistare un farmaco contraccettivo d’emergenza in farmacia ed assumerlo liberamente senza alcun controllo medico.

Come fare? Dovrà solo munirsi di un Documento d’identita’ valido e acquistare in farmacia senza ricetta (o senza obbligo di prescrizione) il farmaco contraccettivo d’emergenza piu’ appropriato al caso.

La scelta del contraccettivo d’emergenza ormonale e’ tra il Levonorgestrel (LNG)1,5 mg, in unica somministrazione, o l’Ulipristal acetato (UPA) 30 mg, sempre in unica somministrazione. La pillola contraccettiva di emergenza dovrebbe essere assunta il prima possibile dopo il rapporto a rischio e precisamente entro 72 ore per il Levonorgestrel (LNG o “pillola del giorno dopo”) e fino a un massimo di 120 ore per l’Ulipristal acetato (UPA o “pillola dei 5 giorni dopo”).

Invece una ragazza minorenne (meno di 18 anni d’età), dopo un Rapporto sessuale a rischio di gravidanza indesiderata non potra’ acquistare direttamente il farmaco contraccettivo d’emergenza, ma dovra’ prima ottenere da un medico, dopo una visita, la corrispondente prescrizione.

Dato che le ragazze minorenni hanno diritto alla libertà di autodeterminarsi in materia di contraccezione e dato che la pillola d’emergenza è assimilabile alle altre forme di contraccezione, è prescrivibile dal medico alle ragazze minori di 18 anni (Art. 2 legge 194/78) senza necessità della presenza, senza necessita’ dell’accompagnamento e senza necessita’ del consenso da parte dei genitori o di chi ne fa le veci.

Le ragazze minorenni possono rivolgersi:

  • Al proprio Medico Ginecologo.
  • Al Medico del Pronto Soccorso. Il Punto di Primo Soccorso o il Dipartimento di Emergenza Urgenza e Accettazione (DEA) e’ aperto 24 ore su 24, 7 i giorni su 7.
  • Al Medico del Consultorio Familiare. Il Consultorio Pubblico, o Famigliare, o il Consultorio Giovani e’ un Servizio diurno aperto in orari predefiniti. L’accesso al servizio è riservato, gratuito e diretto, non essendo necessaria alcuna impegnativa medica. Occorre presentarsi muniti della propria tessera sanitaria o, in caso di stranieri non regolarmente presenti sul territorio nazionale, della tessera STP.
  • Al Medico di base, o Medico di Famiglia (o Medico di medicina generale). Il medico di famiglia presta attività in ambulatorio dal lunedì al venerdì, secondo l’orario che ciascuno espone nel proprio studio. Il Medico di famiglia è contattabile nei giorni feriali dalle ore 8 alle ore 20, il sabato e i prefestivi dalle ore 8 alle ore 10 del mattino. Nei restanti orari è contattabile la Guardia medica.
  • Al Medico di Guardia medica (o Servizio di continuità assistenziale) che garantisce gratuitamente l’assistenza medica di base per le prestazioni non differibili notturne, festive e prefestive, negli orari non coperti dal medico di famiglia. La Guardia Medica è attiva i giorni feriali dalle 20 alle 8 del mattino successivo; sabato e prefestivi dalle 10 alle 8 del lunedì o del giorno successivo a quello festivo; i festivi dalle ore 8 alle ore 8 del mattino .

psicobiotica-valerio-rosso

Una volta provvista di ricetta per il farmaco contraccettivo d’emergenza la ragazza minorenne può andare in una farmacia.

I contraccettivi d’emergenza Levonorgestrel e Ulipristal acetato fanno parte dell’elenco dei medicinali in commercio di cui tutte le farmacie devono essere obbligatoriamente provviste (Art.123, lett.a del T.U. delle Leggi Sanitarie approvato con R.D. 27 luglio 1934, n. 1265, modificato con legge 7 novembre 1942 n. 1528; art. 34 del Regolamento per il Servizio Farmaceutico approvato con R.D. 30 settembre 1938,

In farmacia, nel normale orario di apertura, il farmacista dispensa il contraccettivo d’emergenza alla ragazza minorenne dopo la presentazione della ricetta. Il farmacista e’ disponibile all’ascolto e al chiarimento di eventuali dubbi.
In caso di orario notturno o di giorno festivo, se la farmacia di turno appare chiusa potrebbe essere sufficiente bussare perché il farmacista si trova comunque all’interno; oppure il farmacista, pur non trovandosi all’interno, è comunque reperibile attraverso i numeri indicati sulla porta d’ingresso ed e’ tenuto a intervenire nel più breve tempo possibile.
E se il medico o il farmacista fanno obiezione di coscienza?

L’obiezione di coscienza è consentita, ma il medico ed il farmacista hanno l’obbligo di fornire tutte le informazioni affinché la ragazza minorenne e la donna maggiorenne possano ricevere la prescrizione e il farmaco nei tempi utili.
Levonorgestrel e Ulipristal acetato agiscono bloccando o ritardando l’ovulazione e impedendo così che un ovulo possa essere fecondato. Nessuna delle due pillole e’ abortiva.

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

The following two tabs change content below.
La Dr.ssa Maria Luisa Ruberto è un medico e blogger che lavora per il Servizio 118 di Emergenza Extraospedaliera della ASL CN1 di Cuneo. E' autrice di http://www.marialuisaruberto.com

Ultimi post di Maria Luisa Ruberto (vedi tutti)

error: Contenuto Protetto !!
Share This