Invidia e Gelosia: due sentimenti umani complessi

Se provassimo a chiedere a dieci persone diverse il significato delle parole Invidia e Gelosia potremmo ottenere dieci diversi punti di vista sulle differenze tra queste due emozioni tipicamente umane.

Inoltre l’apparente similarità di questi due sentimenti è fuorviante: Invidia e Gelosia sono due sentimenti diversi e, tutto sommato, poco affini tra loro. La capacità di riuscire ad identificare chiaramente i significati profondi di queste due parole ha grosse ripercussioni sulla possibilità di comprendere l’animo umano e di produrre narrazioni efficaci.

In poche parole si prova Invidia quando desideriamo ciò che qualcun altro possiede mentre la Gelosia è un sentimento di preoccupazione ed angoscia legato al fatto che qualcuno possa prenderci ciò che già possediamo. Io sono invidioso se desidero la nuova Ferrari del mio amico, invece sono geloso se sono preoccupato che il mio amico voglia prendersi mia moglie.

In realtà questa definizione semplice non esplicita a sufficienza alcuni elementi importanti per comprendere la differenza tra Invidia e Gelosia.

Per prima cosa è necessario specificare che l’Invidia è un cosiddetto Modulo a Due mentre la Gelosia è un Modulo a Tre. Cosa significa questo? Perché esista l’Invidia è sufficiente che vi siano due attori in gioco: io (1) che desidero la Ferrari del mio amico (2). Al contrario perché si manifesti la Gelosia è necessario che vi siano tre attori in gioco: io (1) che sono preoccupato che il mio amico (2) prenda mia moglie (3).

Un mirabile esempio di invidia lo possiamo ritrovare nella tragedia di William Shakespeare “Julius Cesar”:

“Why, man, he doth bestride the narrow world

Like a Colossus: and we petty men

Walk under his huge legs, and peep about

To find ourselves dishonorable graves.”

Un altrettanto meraviglioso esempio di gelosia lo si ritrova nella tragedia “Othello” sempre di William Shakespeare:

“All my fond love thus to I blow to heaven.

‘Tis gone.

Arise, black vengeance, from the hollow hell!”

Ambedue i sentimenti, Invidia e Gelosia, sono sentimenti distruttivi che possono avere connotati patologici quando portati all’estremo: esiste sia l’Invidia patologica che la Gelosia Patologica e ambedue queste condizioni comportano sentimenti di rabbia, frustrazione e distruttività.

L’Invidia è stato definito il sentimento dei mediocri ed ha poco a che vedere con una narrazione complessa poiché è solamente l’elemento dell’impossibilità di ottenere una cosa che ne genera l’importanza emotiva; al contrario la Gelosia è un sentimento più complesso e trasversale profondamente connesso con l’inevitabilità del sentimento di perdita che dimora in noi umani. La Gelosia può riguardare tanto un servo quanto un Re.

Sicuramente Invidia e Gelosia sono due fenomenali elementi narrativi, in grado di generare interesse e coinvolgimento. A nessuno, ovviamente, interesserà una storia nella quale una persona ama sua moglie e lei, a sua volta, ricambierà questo sentimento. Sebbene, in apparenza, tutti possiamo desiderare di vivere una storia come questa a nessuno interesserà sentirsela raccontata.

D’altra parte se verrà narrata una storia nella quale un uomo si innamora di una donna che è la moglie del suo più acerrimo rivale tutto diventerà improvvisamente interessante, rilevante e denso di passione sebbene, sempre in apparenza, nessuno vorrebbe vivere questa storia nella quale si intrecceranno Invidia e Gelosia…

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Valerio Rosso e sono un medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Alcune persone mi conoscono anche come blogger o come musicista (…cercatemi su iTunes). La mia vita ruota attorno a molte cose: le neuroscienze, la psicoanalisi, la pedagogia ed il tema della formazione dell’Uomo, ma anche la musica ed il motociclismo nel mio tempo libero.
error: Contenuto Protetto !!
Share This